COMUNICAZIONE IMPORTANTE: IL MUSEO DEL BRIGANTAGGIO RESTERA' CHIUSO FINO AL COMPLETO RIPRISTINO DEI PANNELLI MULTIMEDIALI. VI TERREMO AGGIORNATI SULLA NUOVA RIAPERTURA!

La fine del 1700 è caratterizzato da numerosi atti di brigantaggio che turbano la sicurezza
delle campagne del Vulture.

Fanno eco le imprese del famigerato Angiolillo (Angelo del Duca) e dei fratelli Bufaletto (Pasquale e Vito Giordano) e Maccapane (Tommaso Grosso).

È solo a seguito dell'unificazione italiana che si sviluppò quel brigantaggio a risonanza na-
zionale con le gesta di Carmine Crocco e la sua banda di briganti, di cui è allestita la mostra permanente “La Parata dei Briganti” ed il museo virtuale sul Brigantaggio, allînterno del complesso dell'Ex Grancia-Ex Carcere Borbonico, recuperato e restaurato dalla Soprintendenza per i Beni
Architettonici e Paesaggistici di Potenza, in accordo con il Comune di Rionero in Vulture, con
finanziamenti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e finanziamenti della Regione Basilicata.

In accordo con il GAL-Vulture Alto Bradano è stato allestito il detto museo virtuale allocato,
all’inizio, nei vani del Palazzo Giustino Fortunato.

Il museo virtuale sul Brigantaggio e la mostra permanente “La parata dei Briganti” con l'ausilio di nuove tecnologie (touch scren, video, audio-guide) è divisa in sezioni e si sviluppa su due
livelli:

al piano terra nella sala d'ingresso coperta con volta a crociera è allocata la reception e una
piccola biblioteca di volumi sul brigantaggio;

a destra, nell’ex cella dei detenuti, la saletta proiezioni-convegno.

Al primo piano il percorso museale comprende:

Sala Briganti - ex cella per detenuti ammalati;
Sala Brigantesse - ex cella per detenuti donne;
Sala Crocco — ex cella per detenuti di piccoli reati.

Il Museo virtuale sul brigantaggio è la prima struttura cittadina destinata a museo e mostra
permanente, rappresenta per la collettività occasione di conoscenza e approfondimento di un
periodo tra i più travagliati della seconda metà dell’ottocento ed un’ opportunità didattica per le scuole del circondario e non solo.

Il Museo del Brigantaggio di Largo Mazzini a Rionero è visitabile gratuitamente.

Veduta del museo del brigantaggio di Rionero ESCAPE='HTML'